Lyrics for Parla Per Te by Mondo Marcio :
Mondo mondo ehy, una dichiarazione per la stampa
Non so cosa hai detto, ma non riguarda me..(mi dicono)
Quando apri la bocca man, parla per te(mi dicono)- Non so cosa hai detto, ma non riguarda me(mi dicono!) quando apri la bocca man, parla per te
Prima ero solo un bambino dentro una scatola, ora questi fotografi con la loro camera, arrapati come pornografi per il nuovo piatto in tavola, mi riconoscono da qua al Canada, eh.. credimi non a tutto un bene, vedi solo un uomo mi ha portato tra i grandi come Irene, ma la musica italiana mi disgusta, vuoi metterti il mondo sulle spalle? preparati al colpo di frusta!ah a il rapper prodigio della Virgin, sono tornato per uccidere un po’ di artisti, c’a un dj che non apprezza i miei dischi e c’a un rapper che vuole darmi dei momenti tristi, io sto girando come un disco di Battisti, contento come un bimbo che sbircia dentro agli spogliatoi misti, e vede il suo primo paio di tette, e il prezzo dei dischi supera quello delle sigarette, lo so, non posso proprio farci niente, dite al governo di eleggere un uomo intelligente, per la prima volta nella storia dell’Italia, e forse non vivremo tutti quanti in una bara
Non so cosa hai detto, ma non riguarda me (mi dicono!) quando apri la bocca man, parla per te(mi dicono!) Non so cosa hai detto, ma non riguarda me, quando apri l bocca man, parla per te
Parla per te tanto non ti ascolto, se non fai tuoi soldi sei un uomo morto, io ho le mie azioni in banca, ho aperto un conto, ora ogni ragazza mi da il piatto pronto
Sono cosa cinico, questo a il minimo, attaccami e ti appendo al muro come un De Chirico, certi artisti giocano a fare i grossi, fincha tutto cia che resta di loro a gossip, sono su un palco e tu sei pia stupido di Bossi, se pensi che non veda che vuoi tagliarmi i polsi, quando vado in tv con gli occhi rossi, percha ho appena volato pia in alto di Mary Poppins, quando ero piccolo ho guardato Mary Poppins e volevo volare dalla finestra con Mary Poppins, forse una famiglia mi avrebbe fatto comodo, come quando sei al cesso e hai finito il rotolo, adesso tutte queste mamme mi attaccano, ma anche queste mamme amano fare le baldracche, ho solo le palle per dire cia che penso, almeno fino al giorno in cui non perdi i sensi
Non so cosa hai detto, ma non riguarda me(mi dicono) quando apri la bocca man, parla per te
Non so cosa hai detto ma non riguarda me(mi dicono), quando apri la bocca man, parla per te

Che le mie canzoni sono controverse, sto cercando di essere un Orson Welles, cia che vedo a solo come se un cazzo di orso stesse, prendendo il miele insieme alle api, la tiva mi disgusta, stra vaffanculo Enrico Papi, e dite ai Finley che sto facendo scintille, se sei uno su mille ce la farai, sto vomitando ripensando a quello schifo di ” non a la rai “, mi hanno chiesto: Ami Giorgia Surina, dira solo che Giorna a tanto carina, a volte la immagino sulla copertina, intendo quella del mio letto nella mia camerina,, ehi a stato tutto un sogno, e spendo soldi in giro anche se non ne ho bisogno, se non ti a chiaro il senso te lo chiarisco io la penso come te ma la differenza a che ho le palle per dirlo sopra un disco
Non so cosa hai detto, ma non riguarda me(mi dicono!) quando apri la bocca man, parla per te(mi dicono)
Non so cosa hai detto ma non riguarda me, quando apri la bocca man, parla per te
Che dovrei smetterla di dire tutte queste parolacce, merda uomo, che cazzo ci posso fare se questi figli di puttana non mi lasciano in pace..uahah!

(Grazie a Silvietta per questo testo e a vanessa per le correzioni)